Sospensione temporanea apertura al pubblico Studio

Si informa che, a seguito delle recenti disposizioni normative ed in via precauzionale, a decorrere da lunedì 09/03/2020 lo Studio Tomaino, per garantire la tutela dei Lavoratori, dei Clienti ed Utenti ha deciso di sospendere temporaneamente l'accesso al pubblico presso gli uffici di Rivarolo Canavese.

Viene garantita la normale operatività interna di Studio con le consuete modalità di contatto telefonico e informatico (email, servizio di pubblicazione documenti online, sito internet, ecc.).

Certi di non arrecare alcun disagio confidiamo sulla Vostra comprensione.

Studio Tomaino

Studio Tomaino

Da oltre 40 anni, con serietà e competenza, operiamo al fianco delle Aziende e ci occupiamo di tutte le tematiche inerenti la Consulenza del Lavoro, l’amministrazione e la gestione del personale offrendo ai nostri Clienti servizi di alta qualità professionale nel campo del diritto del lavoro, del diritto sindacale e della legislazione sociale e previdenziale.

 

La consolidata esperienza e le competenze maturate nei vari settori della consulenza, ci consentono di gestire efficacemente tutte le problematiche della professione.

 

lndennità COVID-19 600 euro per il mese di marzo 2020

E' attiva da oggi 1° aprile 2020, la possibilità di presentare l’istanza di Richiesta del “Bonus 600 Euro”,
L'indennità per il mese di marzo spetta ai seguenti soggetti (per ulteriori approfondimenti si rinvia alla circolare allegata):

  • liberi professionisti titolari di partita IVA (attivata prima del 23 febbraio 2020)
  • lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa (in attività alla data del 23 febbraio 2020), i quali siano iscritti alla Gestione Separata INPS, non siano titolari di pensione e non siano iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie;
  • lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’AGO, i quali non siano titolari di pensione e non siano iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, ad eccezione della Gestione separata INPS
  • lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali che abbiano cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 ed il 17 marzo 2020 (data di entrata in vigore del DL Cura Italia) che non siano titolari di pensione e che non siano titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020;
  • operatori agricoli a tempo determinato i quali non siano titolari di pensione e che nel 2019 abbiano effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo;
  • lavoratori iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori dello spettacolo con almeno trenta contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al medesimo Fondo, cui deriva un reddito non superiore a 50.000,00 euro, i quali non siano titolari di pensione e non siano titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020.

E' possibile effettuare la richiesta tramite il sito inps www.inps.it accedendo con una delle seguenti modalità:

  • PIN rilasciato dall’INPS (sia ordinario sia dispositivo) richiedibile al seguente link https://serviziweb2.inps.it/RichiestaPin/jsp/menu.jsp (Se il link non dovesse funzionare copiate e incollate l’indirizzo direttamente sulla pagina Web).;
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

Attualmente non è consentito a noi professionisti l’invio per conto del cliente con le credenziali a nostra disposizione, tuttavia se in possesso del proprio Pin Inps lo Studio potrà supportarla per la richiesta.

Con i migliori Saluti

Studio Tomaino

 

Le misure di sicurezza per le aziende che proseguono l'attività

Si allega il “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” sottoscritto il 14 marzo 2020.

Le misure sono da adottare per quelle aziende che al momento possono proseguire con l'attività lavorativa.

Lo Studio Tomaino rimane a Vostra disposizione per ulteriori chiarimenti.

 

 

Nuovo DPCM in vigore da martedì 10 marzo in sintesi

Il nuovo DPCM appena annunciato da Conte estende le disposizioni previste a tutta Italia.

Dalla data odierna in tutto il territorio nazionale:

  • bisogna evitare ogni spostamento di persone fisiche in entrata e in uscita dai territori, nonché́ all’interno degli stessi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative (non più indifferibili) o situazioni di necessità o per motivi di salute CHE VANNO DIMOSTRATE (pena art 650 codice penale) a tal fine si allega bozza di autocertificazione;
  • si raccomanda a datori di lavoro pubblici e privati di promuovere la fruizione da parte dei dipendenti di periodi di congedo ordinario o ferie, ferma restando la modalità di lavoro agile (smartworking) disciplinata per tutto il territorio nazionale; (per le modalità operative si invita a contattare lo Studio)
  • sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati.
  • sono sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, quali, a titolo d’esempio, grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati; nei predetti luoghi è sospesa ogni attività;
  • sono vietati assembramenti anche all’aperto!
  • sono sospesi i servizi educativi e le attività didattiche;
  • sono consentite le attività di ristorazione e bar dalle 6.00 alle 18.00, con obbligo, a carico del gestore, di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro di cui all'allegato 1 lettera d), con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione;
  • sono consentite le attività commerciali diverse da ristorazione e bar a condizione che il gestore garantisca un accesso con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra i visitatori, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, le strutture dovranno essere chiuse;
  • sono adottate in tutti i casi possibili, nello svolgimento di incontri o riunioni, modalità di collegamento da remoto, comunque garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro ed evitando assembramenti;
  • nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati. Nei giorni feriali, il gestore deve comunque garantire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, le strutture dovranno essere chiuse. La chiusura non è disposta per farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari, il cui gestore è chiamato a garantire comunque il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.

Lo Studio Tomaino rimane a Vostra disposizione per ulteriori chiarimenti.

 

 

Coronavirus: Misure urgenti per imprese, lavoratori e famiglie

Si informa che per fronteggiare la situazione di crisi lavorativa ed economica causata dalla diffusione del c.d. “Coronavirus”, il Governo ha emanato un Decreto-Legge contenente misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese delle zone direttamente coinvolte dal problema.

Il Decreto è il numero 9 del giorno 02/03/2020 “Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19”.

Riduzione premio Inail per le Imprese Artigiane

La legge 296/2006 ha previsto, in favore delle imprese iscritte alla gestione Artigianato in regola ai fini della normativa sulla sicurezza del lavoro (D.Lgs. 81/2008), una riduzione del premio Inail.

Per l'anno 2019 la riduzione sarà applicata, in presenza dei requisiti previsti, a condizione che le aziende interessate abbiano preventivamente presentato richiesta di ammissione al beneficio.

Si richiede pertanto di compilare con urgenza la dichiarazione che segue e farla pervenire allo Studio Tomaino entro il 05/05/2019.

Lavoratori somministrati, la comunicazione entro il 31 gennaio

Si ricorda che entro il 31 gennaio di ogni anno le aziende che si siano avvalse nell'anno precedente di lavoratori in somministrazione hanno l’obbligo di comunicare alle proprie organizzazioni sindacali il numero, i motivi e la durata dei contratti di somministrazione di lavoro sottoscritti nonché il numero e la qualifica dei lavoratori interessati.

Disservizi INPS Anf telematici

Con la presente Vi comunichiamo che i servizi telematici dell’INPS presentano forti disservizi e ritardi nel rilascio delle risultanze degli Assegni al Nucleo Familiare, secondo le nuove regole telematiche recentemente entrate in vigore.

Vi preghiamo pertanto avvisare i dipendenti interessati che, nostro malgrado, potremmo trovarci nella condizione di non poter garantire, a partire dal corrente mese di luglio, l’erogazione delle somme spettanti a tale titolo in quanto l’INPS non ha reso disponibili i dati per tutti i dipendenti.

La nuova Privacy: cosa cambia dal 25 maggio

Dal 25 maggio 2018 troverà applicazione la nuova disciplina in materia di Protezione dei dati (Privacy) contenuta nello specifico Regolamento UE.

Ogni trattamento di dati deve rispettare i fondamenti di liceità, correttezza e trasparenza e anche nella nuova disciplina assume particolare importanza l’Informativa all’interessato ed il consenso dello stesso.

La guida pratica sulla malattia

L'Inps ha recentemente predisposto una guida informativa per aziende e lavoratori in merito alla corretta gestione della Malattia rispondendo così alle domande più frequenti dei dipendenti, sia privati che pubblici, indicando loro i passi da seguire quando, causa malattia, sono impossibilitati a recarsi a lavoro.

Nuova modalità per comunicare i dati per l'assunzione

Per agevolare la comunicazione dei dati allo Studio per l'assunzione di nuovo personale dipendente, è stata predisposta una nuova procedura semplificata compilabile online.

Sarà così possibile inserire tutti i dati richiesti secondo una procedura guidata, con possibilità inoltre di allegare la documentazione richiesta; al termine della procedura si riceverà un'email di riepilogo dei dati inseriti.

In vigore in nuovi "voucher" ecco come funzionano

Entrati in vigore dal 10 luglio i nuovi “voucher” che ora si dividono in due categorie: il "Contratto di prestazione occasionale" per le Imprese ed il "Libretto Famiglia"per i privati.

Le prestazioni di lavoro occasionale sono attivabili mediante una piattaforma informatica gestita dall’INPS, alla quale devono registrarsi sia gli utilizzatori che i prestatori di lavoro e per il tramite della quale vengono svolti gli adempimenti necessari alla corretta gestione delle prestazioni.



Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso,
lavorare insieme è un successo. (Henry Ford)

Contatti

  • Rivarolo Canavese (TO)
    viale F. Berone, 12 -10086
  • Tel. 0124 640140
  • Fax 0124 640143

PIXEL_TEXT_LEGAL PIXEL_LINK_LEGAL_TEXT