FAQ

Le domande più frequenti e le nostre risposte


E’ il modello 730 già compilato dal Fisco con i dati trasmessi da Sostituti di Imposta, Banche, Assicurazioni, Enti previdenziali e con i dati ricavati dalla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente.

Le informazioni di cui dispone l’Agenzia delle Entrate sono relative ai familiari a carico, ai redditi di terreni e fabbricati, ai redditi di lavoro dipendente e assimilati, altri redditi, acconti versati, eccedenze e crediti di imposta.

Gli oneri deducibili/detraibili già inseriti nel modello sono gli interessi passivi per mutui in corso, i premi assicurativi, i contributi previdenziali e assistenziali e le spese pluriennali sostenute negli anni precedenti.

I contribuenti destinatari sono coloro che:

  1. nel 2014 hanno percepito redditi di lavoro dipendente e assimilati, per i quali il Sostituto d’imposta ha trasmesso nei termini all’Agenzia delle Entrate la Certificazione Unica 2015;
  2. per l’anno d’imposta 2013 hanno presentato il Mod. 730/2014 oppure il Mod. Unico 2014, pur avendo i requisiti per presentare il modello 730 o per dichiarare i soli quadri RM, RT e/o RW.

Tutti coloro che non sono in possesso dei requisiti di cui al punto precedente, tra cui, in particolare, i contribuenti con partita IVA o deceduti che hanno l’obbligo di presentare il Mod. Unico anziché il Mod. 730.

Sono altresì esclusi i contribuenti che, con riferimento all’anno d’imposta precedente, hanno presentato dichiarazioni correttive nei termini o integrative, per le quali, al momento dell’elaborazione del 730 precompilato è ancora in corso l’attività di liquidazione automatizzata, ai sensi dell’art. 36-bis D.P.R. N. 600/1973.

Il Modello 730 “precompilato dall’Agenzia delle Entrate” è reso disponibile al contribuente esclusivamente con modalità telematiche.

Per l’anno d’imposta 2014 sarà consultabile dal 15 Aprile 2015. I destinatari potranno accedervi direttamente o delegare il Sostituto d’imposta che presta assistenza fiscale, un Caf o un professionista abilitato.

E’ necessario autenticarsi preventivamente al servizio telematico “Fisconline”, seguendo le istruzioni indicate nell’apposita sezione del sito Internet dell’Agenzia delle Entrate (http://telematici.agenziaentrate.gov.it).

In alternativa è possibile accedere con il PIN dispositivo INPS, se già in possesso, o registrandosi al sito Internet dell’Inps (https://serviziweb2.inps.it/RichiestaPin/jsp/menu.jsp?bi=32&link=Il+PIN+online).

Dopo essersi autenticato, il contribuente può quindi visualizzare e stampare la propria dichiarazione dei redditi precompilata, accettare o modificare, anche con integrazione, i dati in essa contenuti, e inviare telematicamente il modello all’Agenzia delle Entrate.

Può inoltre versare le somme eventualmente dovute mediante modello F24 già compilato, con possibilità di addebito sul proprio conto corrente bancario, postale o inoltrare richiesta di rimborso.

In alternativa all’accesso diretto il contribuente può delegare uno dei seguenti soggetti all’accesso e alla consultazione della propria dichiarazione dei redditi precompilata:

  • Sostituto d’imposta, che ha comunicato di voler prestare assistenza fiscale ai propri dipendenti;
  • Caf o professionista abilitato.

E’ sufficiente presentare apposita delega con allegata copia di un documento di identità valido.

Il lavoratore può delegare il Sostituto d’imposta solo se:

  • Per l’invio della dichiarazione dei redditi relativa all’anno precedente a quello cui si riferisce la dichiarazione 730 precompilata il Sostituto d’imposta ha prestato assistenza fiscale diretta;
  • la Certificazione Unica relativa al periodo d’imposta cui si riferisce la dichiarazione 730 precompilata è stata trasmessa dal Sostituto d’imposta nei termini all’Agenzia delle Entrate.

Il Modello 730 precompilato può essere: - Accettato/presentato senza modifiche: i dati precompilati sono corretti o e la dichiarazione può essere inviata telematicamente all’Agenzia delle Entrate; - Modificato/Integrato: i dati precompilati sono incompleti e/o errati. La modifica si rende necessaria se non sono stati inseriti dal Fisco dei redditi o per far valere in dichiarazione ulteriori oneri detraibili/deducibili. Il contribuente può gestirla direttamente o indirettamente seguendo le modalità indicate al punto 7.

Il vantaggio principale riguarda il controllo formale (art. 36 ter del DPR n. 600/73) sugli oneri indicati nel Modello 730 precompilato, differente a seconda che si tratti di:

  • dichiarazione accettata o presentata senza modifiche direttamente o tramite il Sostituto di imposta che presta assistenza fiscale: l’Agenzia delle Entrate non effettuerà il controllo formale sugli oneri inseriti nel modello precompilato;
  • dichiarazione presentata con modifiche direttamente o tramite il Sostituto di imposta che presta assistenza fiscale: il controllo formale riguarderà tutti gli oneri indicati nella dichiarazione, ivi compresi quelli già inseriti nel modello precompilato;
  • dichiarazione presentata con o senza modifiche tramite il Caf o un professionista abilitato: il controllo formale riguarderà tutti gli oneri indicati nella dichiarazione, ivi compresi quelli già inseriti nel modello precompilato, e sarà effettuato nei confronti del Caf o professionista. Resta fermo il controllo nei confronti del contribuente delle condizioni soggettive che danno diritto a detrazioni/deduzioni.

I contribuenti interessati dal Modello 730 “precompilato dall’Agenzia delle Entrate” potranno decidere di presentare comunque la dichiarazione dei redditi con le modalità ordinarie, ovvero non delegando il Sostituto d’imposta che presta assistenza fiscale, il Caf o il professionista abilitato, senza commettere alcuna irregolarità.

L’utilizzo del modello 730 precompilato, infatti, NON E’ UN OBBLIGO, ma solo un’opzione in più per i lavoratori.

Il Modello 730/2015 dovrà essere inviato telematicamente all’Agenzia delle Entrate entro il 7 Luglio 2015.

Il 7 Luglio è anche lo stesso termine entro cui poter presentare la dichiarazione al Sostituto d’imposta che presta assistenza fiscale, ad un Caf o ad un professionista abilitato.



Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso,
lavorare insieme è un successo. (Henry Ford)

Contatti

  • Rivarolo Canavese (TO)
    viale F. Berone, 12 -10086
  • Tel. 0124 640140
  • Fax 0124 640143